Contatti
I nostri siti

VERNICIATURA SUPERFICI IN GALLERIA
ROTOLAVAGGIO SUPERFICI IN GALLERIA
ROTOLAVAGGIO PANNELLI ACUSTICI
 
         
   
         
         
         
         
           
   
           
 
  In questa sezione:              
  - Lavaggi a pressione dei piedritti di gallerie stradali      
  - Lavaggi a pressione della volta di gallerie stradali      
  - Rotolavaggio dei piedritti e della volta di gallerie stradali      
  - Rotolavaggio di guardrails e catarifrangenti stradali      
  - Rotolavaggio di pannelli antirumore di qualsiasi tipologia      
                 
                 
   
                 
                 
  Lavaggi a pressione dei piedritti di gallerie stradali  
                 
  Ciclo di lavoro   Metodologia  
  - Irrorazione detergente biodegradabile sulle superfici oggetto di lavaggio;   - Utilizzo di detergenti formulati espressamente per la tipologia di superfici da trattare;  
  - Risciacquo delle superfici mediante getti di acqua a pressione max 200 bar;   - Consumo di acqua limitato (max 1 l/m²) tale da non permettere il ristagno di acque in carreggiata  
         
    Quando scegliere il ciclo      
  - Su superfici precedentemente verniciate con tempre o acriliche, solo come ciclo di preparazione ad un successivo ciclo di verniciatura;      
  - Su superfici precedentemente verniciate con epossiacriliche, epossidiche, poliuretaniche, epossisilossaniche o fotocatalitiche in ottimo stato di conservazione;      
  - Su superfici rivestite con pannelli in acciaio porcellanato o similari;      
         
    Quando non scegliere il ciclo       
  - Su superfici mai verniciate;       
  - Su superfici verniciate con prodotti poveri come tempere o acriliche, se non come ciclo di preparazione ad un successivo ciclo di vernicciatura;        
  Articoli & Approfondimenti      
  - Strade & Autostrade n.81 - 3 Maggio/Giugno 2010
"La galleria di Brunico"
     
         
         
  Immagini      
         
         
   
         
  Lavaggi a pressione della volta di gallerie stradali  
                 
  Ciclo di lavoro   Metodologia  
  - Irrorazione detergente biodegradabile sulle superfici oggetto di lavaggio;   - Utilizzo di detergenti formulati espressamente per la tipologia di superfici da trattare;  
  - Risciacquo delle superfici mediante getti di acqua a pressione max 200 bar;   - Consumo di acqua limitato (max 1 l/m²) tale da non permettere il ristagno di acque in carreggiata  
         
    Quando scegliere il ciclo      
  - Per cantieri in apertura al fine di una corretta presentazione dell'opera;      
  - Per gallerie in esercizio al fine di conduzione indagini sullo stato di conservazione della struttura;      
  - In caso di incendi in galleria, per eliminare il nerofumo dalle superfici;      
  - Su superfici precedentemente verniciate con epossiacriliche, epossidiche, poliuretaniche, epossisilossaniche o fotocataltiche in ottimo stato di conservazione;      
         
    Quando non scegliere il ciclo       
         
         
  Articoli & Approfondimenti      
  - Strade & Autostrade n.81 - 3 Maggio/Giugno 2010
"La galleria di Brunico"
     
         
         
  Immagini      
    

  
  Lavaggio della galleria Vittoria

Alcune immagini relative alla esecuzione del lavaggio del Tunnel Vittoria, nel Comune di Napoli. La galleria non era soggetta ad interventi manutentivi da circa venti anni. Il trattamento di circa 18.000 m² è stato eseguito in otto giorni lavorativi.








 
       
       Lavaggio del Tunnel di Brunico

Alcune immagini relative alla esecuzione del lavaggio della calotta del Tunnel di Brunico (BZ). L'intervento ha riportato a nuovo la superficie di rivestimento della galleria costituita da lamiera in acciaio.
 
         
       Lavaggi in calotta per indagini strutturali

Alcune immagini relative ad interventi di pulizia e rimozione smog per verifica delle condizioni del calcestruzzo in calotta (studio di lesioni, materiale in distacco, ecc.). Le immagini mostrano la differenza tra la parte trattata e quella ancora non soggetta a ciclo di pulizia.



 
         
         
   
         
         
  Rotolavaggio dei piedritti e della volta di gallerie stradali  
                 
  Ciclo di lavoro   Metodologia  
  - Irrorazione detergente biodegradabile sulle superfici oggetto di lavaggio;   - Utilizzo di detergenti formulati espressamente per la tipologia di superfici da trattare;  
  - Esecuzione di rotolavaggio mediante spazzolone rotante "tipo autolavaggio";   - Consumo di acqua limitato (max 1 l/m²) tale da non permettere il ristagno di acque in carreggiata  
  - Risciacquo delle superfici mediante getti di acqua a pressione max 200 bar;   - Utilizzo di setole rotanti studiate espressamente per ciascuna tipologia di superfici da trattare;  
         
    Quando scegliere il ciclo      
  - Su superfici precedentemente verniciate con epossiacriliche, epossidiche, poliuretaniche, epossisilossaniche in discreto stato di conservazione;   NOTA TECNICA

La differenza tra il lavaggio a pressione ed il rotolavaggio consiste nell'efficacia nella rimozione dello sporco, senz'altro superiore nell'azione meccanica delle setole rotanti.
 
  - Su superfici rivestite con pannelli in acciaio porcellanato o similari;    
       
    Quando non scegliere il ciclo       
  - Su superfici mai verniciate;       
  - Su superfici verniciate con prodotti poveri come tempere o acriliche di bassa qualità;        
  Articoli & Approfondimenti      
  - Strade & Autostrade n.71 - 6 Novembre/Dicembre 2008
"35 anni di innovazione"
     
         
         
  Immagini      
    




  Rotolavaggio del Traforo del Frejus

Le operazioni di rotolavaggio del T4 vengono eseguite in sole due turni lavorativi da 6 ore e comprendono:

- m² 48.500,, di pannelli preverniciati e piedritti verniciati con epossiacrilica
- n. 80 TVCC
- n. 5 garages
- n. 20 cartelli
- n. 51 nicchie S.O.S.
- n. 102 nicchie antincendio
 
         
    Rotolavaggio delle gallerie dell'A22

Le gallerie dell'Autostrada del Brennero hanno la peculiarità di essere verniciate anche in calotta. Le operazioni di rotolavaggio interessano pertanto tutta la superficie di sviluppo della galleria. Compresa nelle attività vi è anche l'onere della posa della segnaletica di scambio carreggiata per la chiusura totale del Tunnel oggetto di lavorazioni.





 
         
         
   
         
         
  Rotolavaggio di guardrails e catarifrangenti stradali  
                 
  Ciclo di lavoro   Metodologia  
  - Irrorazione detergente biodegradabile sulle superfici oggetto di lavaggio;   - Utilizzo di detergenti formulati espressamente per la tipologia di superfici da trattare;  
  - Esecuzione di rotolavaggio mediante spazzolone rotante "tipo autolavaggio";   - Consumo di acqua limitato (max 1 l/m²) tale da non permettere il ristagno di acque in carreggiata  
  - Risciacquo delle superfici mediante getti di acqua a pressione max 200 bar;   - Utilizzo di setole rotanti studiate espressamente per ciascuna tipologia di superfici da trattare;  
         
    Quando scegliere il ciclo      
  - Il ciclo è utilizzato mediante cantiere mobile per pulizia catarifrangenti lungo le Autostrade;      
       
       
    Quando non scegliere il ciclo       
  -      
         
  Articoli & Approfondimenti      
         
         
         
  Immagini      
       Rotolavaggio di catarifrangenti lungo la A21

La lavorazione viene eseguita mediante utilizzo di treno operativo in avanzamento. La.'attività di pulizia è totalmente automatizzata e comandata da interno cabina, pertanto non necessita di operatori in strada.
 
         
         
   
         
         
  Rotolavaggio di pannelli antirumore di qualsiasi tipologia  
                 
  Ciclo di lavoro   Metodologia  
  - Irrorazione detergente biodegradabile sulle superfici oggetto di lavaggio;   - Utilizzo di detergenti formulati espressamente per la tipologia di superfici da trattare;  
  - Esecuzione di rotolavaggio mediante spazzolone rotante "tipo autolavaggio";   - Consumo di acqua limitato (max 1 l/m²) tale da non permettere il ristagno di acque in carreggiata  
  - Risciacquo delle superfici mediante getti di acqua a pressione max 200 bar;   - Utilizzo di setole rotanti studiate espressamente per ciascuna tipologia di superfici da trattare;  
         
    Quando scegliere il ciclo      
  - Per la manutenzione ordinaria di pannelli aniturmore in vetro, metacrilato o altra tipologia;      
       
       
    Quando non scegliere il ciclo       
  - Per la pulizia di pannelli antirumore in legno;      
         
  Articoli & Approfondimenti      
  - Strade & Autostrade n.77 - 5 Settembre/Ottobre 2009
"Rotolaser: lavaggio pannelli antirumore"
     
  - Le Strade numero di Novembre 2009
"Come nuove grazie ai laser"
     
         
  Immagini      
         
 

 
  Rotolavaggio di pannelli antirumore lungo la A22

La lavorazione viene eseguita mediante utilizzo di treno operativo in avanzamento. La.'attività di pulizia è totalmente automatizzata e comandata da interno cabina, pertanto non necessita di operatori in strada.
La perfetta pulizia di pannelli antirumore di qualsiasi tipologia (plexiglas, vetro, alluminio, fotovoltaici) è garantita dall'azione di particolari setole ed che utilizzano sensori laser per il controllo della distanza spazzolone rotante - pannello.
La pulizia viene eseguita sia del lato interno, sia del lato esterno all'autostrada.







 
         
                 
   
  Home page   Social  
  Servizi        
  Contatti    
       
  Brochure aziendale